Ricordo d’estate, viva l’orto casalingo!

Quest’estate ho avuto il piacere di poter creare un mio orto. Un grande piacere, che non richiede intenso lavoro, e dà enormi soddisfazioni. Superfluo dire che il gusto di un ortaggio fresco, appena colto, non ha nulla a che fare con la verdura che si acquista. Sia in termini organolettici, sia in termini di reale controllo “biologico” su ciò che si coltiva, sia (da non sottovalutare) in termini economici (curare un proprio orto costa veramente poco).

Ebbene, una considerazione: le piante che in questa strana annata metereologica mi hanno dato più soddisfazione, sono state le zucchine. Quando si parla di carovita, in genere il termometro per valutare l’aumento (folle talvolta!) dei prezzi è la zucchina. Dopo averle coltivate non ne comprendo il motivo. La pianta è talmente facile da tirar su, e talmente generosa nella sua produzione che non capisco i prezzi folli a cui talvolta viene venduta. Mistero.

Comunque, possedere un pezzetto di terra è una fortuna grande, veramente grande! Tra peperoni, zucchine, melanzane, pomodori, peperoncini, erbe, spezie, insalate, quest’estate non ho avuto modo di annoiarmi in cucina, e di preparare piatti il cui sapore ha avuto un miglioramento qualitativo non indifferente, grazie alla qualità della materia prima. Così tra caponate, fiori di zucca in pastella, paste fredde alle verdure e olive, ravioli ripieni di crema di zucchina e fior di zucche, mi sono trattato proprio bene. Dadi, estratti vari, e talvolta persino il sale risultavano superflui, cosa che mi ha piacevolmente sorpreso.

tr 129 tr 135 tr 134 tr 137 tr 132 tr 141

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...