Crema di cardi (con polpette)

Quest’anno, dalle mie parti, non è stato facile trovare dei buoni cardi. Ho osservato che tendono a venderne di troppo grandi, quindi secchi-vuoti all’interno, che non si prestano per alcuna preparazione. Tra l’altro erano anche piuttosto cari, perciò non c’era neppure un buon rapporto qualità prezzo.

Se si riesce a trovare dei cardi decenti, ricchi di polpa, uno dei miei piatti preferiti è la crema di cardo, che si può accompagnare con i classici crostini di pane, oppure (idea che ho preso da IN TAVOLA, mensile di cucina allegato al Tv Sorrisi e Canzoni) con delle polpettine, che io ho scelto di cuocere in padella, usando macinato di vitello (delicato) arricchito però con della salsiccia di maiale non eccessivamente speziata (e se si ha, qualche fegatello, oppure del crudo S.Daniele sminuzzato).

Il cardo richiede del tempo per la sua pulizia, è necessario togliere i filamenti legnosi esterni, come si farebbe per il sedano. Attenzione: appena pulito il cardo va messo in una bacinella con acqua e limone per evitare che scurisca ossidandosi.

Una volta pulito lo si taglia a pezzi, lo si fa lessare in acqua leggermente acidulata (usare succo di limone o se piace pochissimo aceto) e salata. Appena cotto (richiede almeno una 40ina di minuti) lo si riduce in purea con il mixer, emulsionandolo con dell’olio di oliva e se necessario un goccio di acqua di cottura. Infatti non butteremo l’acqua di cottura che ci servirà per allungare, assieme a del brodo vegetale gustoso, la nostra crema nel momento in cui la scalderemo, scegliendone la consistenza che più ci piace. Servire con le polpette scaldate nel forno, un goccio di pepe grattuggiato e una spruzzata di parmigiano.

  • Niente spezie, niente soffritto, niente gusti eccessivi. Il cardo è gustoso, e val la pena di sentirne il sapore in purezza, non ha bisogno di eccessivi condimenti o ingredienti addizionali nel confezionare la crema. A me piace così, il piatto resterà leggero (tanto più se si mettono anche le polpette) ma gustoso. In questo caso ciò che conta è la materia prima, un eccellente cardo creerà un’eccellente crema senza bisogno di “stimolarne” il gusto con inutili aggiunte. Provare per credere
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...