Insalata chez Monia

Se l’insalata con fiori d’inverno può essere preparata solo durante la stagione fredda, la chez Monia potenzialmente (variando alcuni ingredienti) è proponibile tutto l’anno.

Tengo molto a questo piatto che può essere sia un gustoso antipasto (magari alleggerito togliendo le patate), che un piatto unico. Quest’insalata incarna molte speranze, un sogno, è carica di ricordi, evoca in me tutto ciò che di piacevole e importante c’è nella mia vita, ed è il primo piatto che ho dedicato alla ragazza che amo.

E’ l’equivalente del dipinto di Paul Sérusier, paesaggio al Bois d’Amour, 1888, significativamente ribattezzato il Talismano dal gruppo dei Nabis. Non c’era Gaugain a guidarmi nella sua elaborazione, del cui “aiuto” invece potè usufruire Sèrusier, ma spunti ripresi da tre diverse tradizioni gastronomiche: veneta, romagnola e francese. Veneta è la scelta del radicchio, romagnola è la scelta della carne e del condimento, francese è l’aggiunta delle patate, mutuata appunto da una insalata francese.

La chez Monia ha una base di carne: pancetta fresca di maiale, in fette spesse da ridurre a tocchetti piccoli, che vengono o saltati in padella, oppure cotti alla brace, in questo caso li si fa appena marinare con spezie a piacere. A trequarti della cottura verrano insaporiti (dopo aver tolto il grasso in eccesso scioltosi in padella) in una riduzione di Aceto Balsamico. Quindi adagiati su di un letto di insalata mista, lattuga e radicchio; il tutto contornato da patate mascotte al rosmarino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...