Amatriciana

La purezza, la semplicità, il gusto della tradizione italiana: pasta – ideale il bucatino (o uno spaghetto grosso) – ma interessanti le varianti proposte ultimamente che prevedono la mezza manica; guanciale (talvolta per necessità/irreperibilità sostituito da pancetta) tagliato a dadini o a listarelle, o in una piccola giuliana, da far rosolare con cura in un niente di olio. Quindi un po’ di peperoncino essiccato e sbriciolato e una gustosa salsa di pomodoro. Al momento di saltare la pasta, cospargere di abbondante pecorino e a piacere aggiungere una grattata di pepe nero.

Cipolla sì o cipolla no? Va aggiunta la cipolla al momento di saltare il guanciale? La questione è aperta e ne dibattono i “filologi” della ricetta dell’amatriciana. Io preferisco di no, dato che la cipolla c’è già nel fondo (con sedano e carota) della salsa di pomodoro, e credo sia sufficiente. Ritengo che questo sia un buon compromesso per una migliore armonia del piatto.

Annunci

One thought on “Amatriciana

  1. Pingback: UPDATE “AMATRICIANO” « maccopanna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...